IN AGENDA RIETI

Acquarello Steineriano

Sabato 5 ottobre dalle ore 09,30 alle ore 12,30 sarà il primo di cinque incontri a tema, durante i quali la nostra anima potrà esprimersi attraverso i colori.
Non si richiede alcun tipo di preparazione artistica, né di portare del materiale da casa.

Basta un pennello, dell’acqua e dei colori per permettere all’anima di poter vivere un’esperienza in cui i sentimenti possono fluire e scoprire ciò che accade dentro di noi quando dipingiamo. Non è importante il risultato finale ma ciò che si è vissuto durante la pittura.
Nel mondo degli infiniti cromatismi, le qualità viventi del colore vengono esaltate dalla trasparenza dell’acquarello e i sentimenti che essi suscitano potranno essere sperimentati non solo con l’occhio ma soprattutto con l’anima.
“Le impressioni del colore che si hanno di fronte a questo genere di dipinti, ci portano a riflettere sulla natura particolare dell’acquerello. Nessun altro elemento più dell’acqua, permette di raggiungere pari effetti di trasparenza, di purezza e di intensità luminosa. Le qualità vitali del colore esprimono l’elemento animico del mondo e, al tempo stesso, l’esperienza dell’anima umana. Che ne siamo o non ne siamo coscienti, noi sperimentiamo il colore sia quando lo percepiamo all’esterno, sia quando ce lo rappresentiamo interiormente e siamo sempre legati ad esso da un’esperienza dell’anima.” (Margit Junemann e Fritz Weitmann – Dipingere e disegnare-)

Se nel passato il processo pittorico tradizionalmente partiva da un’idea e quindi da un disegno che poi si arricchiva mediante il colore, in questo nuovo genere di pittura ad acquerello, secondo il nuovo impulso artistico dato da Rudolf Steiner, fondatore dell’Antroposofia, il punto di partenza è invece il colore stesso e le forme scaturiscono dai colori. La pittura, quindi, non origina più da una emozione personale o da un’idea bensì dal sentimento.
Venire a contatto con l’essenza dei colori rappresenta, così, un arricchimento delle esperienze sensorie e interiori.
5 incontri: 5 ottobre – 2/16/23 novembre – 14 dicembre.
Il tema di sabato 5 ottobre sarà “Atmosfere di natura”.

Alessandra Pifferi: nata a Roma il 26 maggio 1960 si occupa principalmente della formazione dei dipendenti di un Ente pubblico.
I suoi interessi sia personali che professionali la potano ad approfondire gli studi in ambito relazionale. In particolare si diploma presso l’Associazione Culturale Convivium del Prof. Vincenzo Graziani come Counselor fenomenologico centrato sulla persona secondo i principi di Edmund Husserl e Carl Rogers.
L’interesse per l’antroposofia, che l’accompagna da più di trent’anni, e la passione per l’arte (è stata restauratrice in età giovanile) la portano ad approfondire e proseguire la sua formazione nell’ambito della terapia artistica antroposofica orientata al processo secondo la visione antropologica di Rudolf Steiner, presso la scuola di specializzazione in Arteterapia “Cinabro Europeo” di Milano.

TUTTI I DETTAGLI – DATA, ORA E LUOGO CLICK QUI

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone