Mekamuta Night

SABATO 23 NOVEMBRE torna il mekamuta music fest in una forma tutta nuova ma non troppo!
Noi del Laboratorio Musicale Fuoritempo siamo orgogliosi di presentarvi il mekamuta night! Quello del 23 NOVEMBRE sarà un evento davvero speciale, perchè collaboreremo con lo storico Norman Club di Perugia per festeggiare lo speciale compleanno dei primi 20 anni degli Psychocandy nella fantastica cornice della Torre del Mulino della Catasta, una torre risalente al 1300 in via della trota a Ponte Felcino (area bosco didattico)
? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

La serata inizierà alle 20:00 con la proiezione del docufilm “the story of norman” durante la cena realizzata dal nostro Chef Ivan Alunni Pasquali ed il suo staff che proporranno per soli €15 una cena di Fagioli con le cotiche, Spezzatino di suino con patate, torta al testo fatta a mano ed uno spettacolare maritozzo con crema alla nocciole di produzione umbra e panna montata.
Prima della proiezione del film però interverranno il regista Nicola Bedont e il mitico Fabrizio Croce meglio noto come “FOFO”

La cena però và assolutamente prenotata al 3347092415 perchè è a POSTI LIMITATI non oltre i 100 “commensali”

(Vi consigliamo di arrivare puntuali sia per la cena /proiezione del docufilm che per l’inizio dei concerti, visto che sarà prevista davvero tantissima gente.)

Alle 22:00 invece inizieranno i concerti di AUGUSTINE, PSYCHOCANDYE e il dj set del grandissimo EMILIANO PINACOLI

??DUE PAROLE SU “THE STORY OF NORMAN E IL NORMAN CLUB??

30 anni fa apriva alle porte di Perugia il Norman. Testimonianze di alcuni dei protagonisti, memorabili e filmati inediti raccolti in un documentario che ne ripercorrono la storia e in qualche modo ricostruiscono anche la rivoluzione culturale del ** sec

Regia di
Nicola Bedont

—–
Norman & Il presidente Perugia, fino al 1992 circa, grazie prima al Suburbia, poi a Rockin’ Umbria ed infine anche per merito del Norman è stata una delle capitali italiane del rock. In quegli anni a cavallo tra i due decenni si è formata una generazione molto preparata di appassionati che ha dato vita a moltissime band musicali. Il Norman ha aperto la notte tra il 31 dicembre 1987 e il 1 gennaio 1988. Questo storico locale che ha segnato indelebilmente tutte le tendenze che in 25 anni hanno ruotano intorno alla musica “alternativa”, in Umbria ha alimentato la passione e l’energia di un paio di generazioni senza specularci, semplicemente facendo quadrare i conti, cosa questa non secondaria. Dedito da sempre ai generi musicali meno commerciali e alle situazioni di intrattenimento diverse da quelle della classica discoteca, il Norman è stato un punto di riferimento per i gruppi emergenti a livello locale, nazionale ed internazionale e in oltre due decadi si è sempre distinto per la qualità delle sue proposte. In due sale venivano offerti ogni sabato sera dj set e selezioni musicali che spaziavano tra vari generi, oltre che concerti dal vivo a tutti i livelli.

Ricordi e rimpianti Tra i gruppi che si sono esibiti nel locale vanno ricordati nomi leggendari del rock internazionale come Dinosaur Jr., Steve Wynn, Breathless, Minimal Compact, Thin White Rope e praticamente tutte le migliori band italiane e i più bravi dj degli ultimi vent’anni. Il rimpianto più grosso che il “Fofo” ricorda sempre, quello di aver avuto i Nirvana tra le mani, poco prima della loro esplosione, con la possibilità di una loro esibizione nella “bettola” di Boneggio poi svanita per un soffio. Dal 1988 al 2012 sono stati tantissimi i momenti che sicuramente vale la pena ricordare. Come ad esempio il 5 gennaio 1988, con il primo concerto dal vivo ad opera dei Cab 04, prima band in assoluto a suonare al Norman. «Beh, tra i tanti concerti ed eventi – ricorda Fofo – mi piacerebbe menzionare i Dinosaur Jr. per la prima volta in Italia; i Breathless timidissimi e intimoriti da tanta gente davanti a loro; gruppi veramente alle prime armi come Ustmamò, Subsonica, Verdena che forse hanno capito sul palco di locali come il Norman di poter spaccare il mondo; l’ultima tournée mondiale prima della morte di J.L. Pierce di una grande band incompresa come i Gun Club; la nascita della House music ed il battessimo del fuoco di deejays poi affermatisi come Ralf, Viceversa, Ricky L.; serate Afro incandescenti con Mozart e Baldelli che per almeno una stagione hanno ricreato il vero clima della Baia degli Angeli. E via via potrei ricordare mille altre storie belle vissute al Norman».

Ecco le bio degli ospiti del mekamuta night:

? ?AUGUSTINE??
Sara Baggini (Augustine) è una cantautrice umbra di origine valtellinese. Lo pseudonimo “Augustine” è tratto dal nome dell’isterica protagonista del s
Nata sulle Alpi lombarde, compositrice fin dalla prima adolescenza, all’età di 19 anni si trasferisce a Perugia, dove si laurea presso l’Accademia di Belle Arti. Realizza nel 2010 il suo primo album in home-recording, One Thin Line, fruibile gratuitamente su www.archive.org. La raccolta include sette brani inediti, composti, registrati e mixati in poche settimane, in totale autonomia. Gli arrangiamenti sono essenziali ed includono soltanto una o due chitarre, percussioni e numerose tracce vocali che vanno a formare dei cori, caratteristica che diventerà centrale nei lavori successivi.
Con la realizzazione dall’album auto-prodotto Alas Laika, il 2013 vede il coronamento dell’omonimo progetto, frutto della collaborazione con il compositore e tastierista abruzzese Giovanni Ferranti. Cori e chitarre sposano qui un’elettronica dalle atmosfere wave e showgaze, talvolta trip-hop, con risultati imprevisti.
Previsto per febbraio 2018 il lancio del suo terzo album in home-recording, Grief And Desire, concepito come una sorta di diario o romanzo autobiografico, all’interno del quale le tracce costituiscono dei paragrafi. Si tratta di un lavoro di natura intima ed introspettiva, che rispecchia anche il luogo in cui è nato (una piccola, vecchia casa nella campagna umbra, dove la cantautrice attualmente vive). Qui suona, registra, programma e mixa ogni singolo strumento (chitarre, basso, percussioni, batterie elettroniche, tastiere e synth), portando gli arrangiamenti e le armonie vocali ad un grado maggiore di pienezza e densità.
Temi ricorrenti sono malattia, ipocondria, perdita, lutto, assenza, distanza, amore nascente e abbandono, colpa, biasimo, estasi e caduta. L’onirico ed il delirio – al confine con la consapevolezza – sono percepiti come i soli linguaggi possibili per generare senso. L’artista è oggetto e soggetto allo stesso tempo e, come l’isterica, nell’immagine di sé trova finalmente la propria identità: distorta, frammentata, eppure l’unica.

? ?PSYCHOCANDY??
BAND ITALIANA, FORMATA NEL 1999, INDIPENDENTE, CON LA PASSIONE DEL POST-PUNK, CI AFFACCIAMO IN GENERALE ALLA MUSICA ROCK ALTERNATIVA E IN PARTICOLARE CONSIDERIAMO CHE IL NOSTRO SOUND POTREBBE ESSERE INSERITO IN QUEL GENERE CHE RIPORTA AL POST-PUNK E ALLA NEW WAVE ISPIRATRICE DEI MAGGIORI GRUPPI ROCK DELLA SCENA INGLESE UNDERGROUND DEGLI ANNI 80. LE NOSTRE CANZONI SI ALTERNANO DA ROMANTICHE SFUMATURE OSCURE A GRAFFIANTI RIFF ISTINTIVI E MANIACALI, LE LIRICHE SI AVVICENDANO TRA TESTI SCRITTI IN INGLESE E ITALIANO DAI SIGNIFICATI INTIMISTI, EMOZIONALMENTE ALIENANTI. DAL 1999 FINO AD OGGI ABBIAMO ACCUMULATO UNA GRANDE ESPERIENZA SUL PALCO, NELL’AMBITO DELL’AUTOPRODUZIONE DEL MATERIALE DISCOGRAFICO E ANCHE PER QUANTO RIGUARDA LA REALIZZAZIONE DEI NOSTRI VIDEO. NEGLI ULTIMI ANNI SIAMO RIUSCITI A PROPORRE IL NOSTRO PROGETTO ANCHE ALL’ESTERO PROCURANDOCI CONCERTI E DISTRIBUENDO DIRETTAMENTE IL NOSTRO MATERIALE AUDIO VIDEO IN INGHILTERRA E IN GERMANIA. Febbraio 2007, concerti in Inghilterra (The Roadhouse, Night & Day, Ducie Arms – MANCHESTER). Gennaio 2008, concerti in Germania (BERLINO, ERFURT, LIPSIA). Novembre 2009: concerti in Inghilterra (Bull&Gate, The Miller, The Cavendish Arms – LONDRA) .. 2007/09: Gruppo di supporto a: DIAFRAMMA, GIORGIO CANALI (ROSSO FUOCO), MEGANOIDI, IL GENIO, OFFLAGA DISCO PAX, FATA, ONE DIMENSIONAL MAN (ita) WHITE ROSE MOVEMENT, THE REVERES, ITCH, CHRICK (UK) MONOZID (GER)

PER CONOSCERE TUTTI I DETTAGLI – DATA, ORA E LUOGO CLICK QUI

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Next Post

Archivio Magazine ~ The Unreal Issue | Talk

Share this on WhatsApp SABATO 23 NOVEMBRE torna il mekamuta music fest in una forma tutta nuova ma non troppo! Noi del Laboratorio Musicale Fuoritempo siamo orgogliosi di presentarvi il mekamuta night! Quello del 23 NOVEMBRE sarà un evento davvero speciale, perchè collaboreremo con lo storico Norman Club di Perugia […]
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial